Emergenza Rifiuti:Cosenza, impianto nuovamente saturo. Il sistema è imploso.

Emergenza Rifiuti:Cosenza, impianto nuovamente saturo. Il sistema è imploso.

In provincia di Cosenza l’impianto privato ad uso pubblico è nuovamente saturo. Bisogna convocare con urgenza  un tavolo di concertazione con il Prefetto, il Presidente Comunità d’Ambito della provincia di Cosenza o suo delegato, il DUC della Comunità d’Ambito della Provincia di Cosenza, il Presidente del Consorzio Valle Crati, i gestori degli impianti di trattamento designati dalla Comunità d’Ambito della Provincia di Cosenza, l’Assessore all’Ambiente della Regione Calabria o suo delegato, il  Direttore Generale del Dipartimento Regionale competente a decidere in materia di rifiuti o suo delegato.  Il sistema è imploso, bisogna  individuare soluzioni tampone, nell’immediato, in grado di farci uscire dall’emergenza nel breve periodo.

Print Friendly, PDF & Email
Previous Granata (Valle Crati):Istituita l’Unità Tecnica Operativa per la risoluzione dell’emergenza dei Rifiuti nella provincia di Cosenza.
Next Il nuovo corso della Lega in Calabria. Rauti e Invernizzi in campo.

About author

You might also like

Autorità Idrica Calabria: La Vicepresidenza affidata ad un comune di 927 abitanti.

Avv. Maximiliano Granata ( Legalità Democratica ) Granata (Legalità Democratica). L’Autorità Idrica Calabria non rappresenta i comuni della Calabria , basta pensare che la Vicepresidenza dell’AIC è stata affidata ad

Print Friendly, PDF & Email

CORONAVIRUS. BOLLETTINO DELLA REGIONE CALABRIA del 24 Marzo 2020

Presidenza – Catanzaro, 24/03/2020 In Calabria ad oggi sono stati effettuati 3546 tamponi. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 319 (+27 rispetto a ieri), quelle negative sono 3227. Territorialmente,

Print Friendly, PDF & Email

Coronavirus. Le bare sui camion militari, Bergamo sotto choc

Bergamo Coronavirus .Il convoglio dell’esercito ha attraversato la città di notte: salme verso l’Emilia per essere cremate. L’assedio del virus continua: ore di angoscia in case e ospedali ormai allo

Print Friendly, PDF & Email

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply