Arresti Villa San Giovanni: Granata(Legalità Democratica),non siamo colpevolisti,attendiamo di conoscere i fatti.

Arresti Villa San Giovanni: Granata(Legalità Democratica),non siamo colpevolisti,attendiamo di conoscere i fatti.

Appalti pubblici aggiustati, telecomandati, per favorire sempre e solo la holding internazionale padrona del traghettamento tra Reggio Calabria e Messina. È una vera e propria bufera quella che ha travolto l’amministrazione di Villa San Giovanni e la Caronte&Tourist, società che da decenni monopolizza o quasi l’attraversamento dello Stretto di Messina e i collegamenti con le isole minori.

Nel giro di poche ore, agli arresti disposti dalla procura di Reggio Calabria, guidata da Giovanni Bombardieri, sono finiti il sindaco di Villa San Giovanni, Giovanni Siclari, di Forza Italia, fratello del senatore Marco Siclari; il presidente della Caronte, Nino Repaci; l’amministratore delegato Calogero Famiani; il geometra Giancarlo Trunfio dell’Ufficio Tecnico del Comune; un vigile urbano, Vincenzo Bertuca; l’Ingegnere Francesco Morabito, capo dell’Urbanistica. Ma almeno altre sei persone sono destinatarie di provvedimenti cautelari, che sono stati eseguiti fra ieri sera e questa notte dai carabinieri del comando provinciale di Reggio Calabria.

Le contestazioni sono corruzione, abuso d’ufficio, turbativa d’asta, falso in atto pubblico e, solo per un indagato (il cui nome non è ancora noto), concorso esterno in associazione mafiosa.
Noi siamo garantisti e non siamo giustizialisti, siamo in attesa della conferenza stampa della Procura della Repubblica di Reggio Calabria per conoscere i fatti.
Ci sono secoli di civiltà giuridica che cozzano contro la convinzione di Davigo e contro una cultura che seppellisce l’approccio del Beccaria e i principi costituzionali ispirati a un rigoroso garantismo. Non accetteremo mai l’assunto per cui non esistono cittadini innocenti, ma solo colpevoli non ancora scoperti. Perché questa è barbarie, non giustizia. «La cultura del sospetto non è l’anticamera della verità: la cultura del sospetto è l’anticamera del khomeinismo», diceva Giovanni Falcone. Per me sono parole che andrebbero scolpite in ogni tribunale accanto all’espressione «La legge è uguale per tutti». Lo dichiara il presidente dell’Associazione Legalità Democratica Avv. Maximiliano Granata.
Print Friendly, PDF & Email
Previous Regionali: Jole Santelli fuori definitivamente.
Next Lega: La Calabria non ha bisogno dei trasformisti, amici di Invernizi e Sofo.

About author

You might also like

Granata(Legalità Democratica):”No ai commissari della Lega venuti dal Nord, il destino dei calabresi deve essere scelto dai calabresi.”

Avv. Maximiliano Granata (Legalità Democratica) Nella Lega calabrese esiste una forma di malessere crescente nei confronti del commissario Cristian Invernizzi, che rischia di far implodere il partito . La Lega

Print Friendly, PDF & Email

Dinosauri: Occhiuto replica a Morra, polemica mediatica inutile nonchè la solita figuraccia personale.

Nicola Morra L’Amministrazione comunale replica al senatore del M5S Nicola Morra. La mostra sui dinosauri rientra nel progetto Festival Invasioni, annualità 2018, cofinanziato dalla Regione Calabria, nell’ambito dell’avviso pubblico “Selezione e finanziamento di

Print Friendly, PDF & Email

Il Presidente del Consorzio Valle Crati Avv. Maximiliano Granata : la nuova green economy calabrese può creare migliaia di posti di lavoro in 5 anni .

La nuova green economy calabrese Il Presidente del Consorzio Valle Crati Avv. Maximiliano Granata E’ arretrato il pregiudizio che porta a ritenere che ogni misura ambientale sia solo un costo

Print Friendly, PDF & Email

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply