Avv. Maximiliano Granata(Legalità Democratica):rifiuti smaltiti illegalmente,in Calabria bisogna istituire una task force.

Avv. Maximiliano Granata (Legalità Democratica)

Rifiuti smaltiti illegalmente tra Nord e Sud dell’Italia, riempendo capannoni industriali dismessi al Nord e una cava al Sud.

Grave l’interramento di un carico di 25 tonnellate di rifiuti presso una cava dismessa di Lamezia Terme, reato poi interrotto in flagranza. Un plauso alla Procura di Milano e ai carabinieri Forestali dei gruppi di Milano, Lodi, Pavia, Napoli, Reggio Calabria e Catanzaro che ha smantellato una organizzazione dedita al traffico illecito di rifiuti.

Sui rifiuti per anni, decenni, la ndrangheta, ha speculato rendendo la terra – su cui camminiamo, su cui costruiamo, sui cui piantiamo o da cui attingiamo risorse primarie – inutilizzabile o meglio fonte e causa di malattie mortali.

Per far fronte a questa situazione di disagio in cui versa l’intera popolazione oggigiorno sono state diverse le pronunce degli Ermellini e gli interventi del legislatore in merito.

Nella politica e nell’attività di gestione degli stessi; “le opzioni da seguire, da questo previste sono infatti: a) la prevenzione, intesa come insieme di misure volte ad impedire la produzione di rifiuti; b) la preparazione per il riutilizzo, definita come operazione di controllo, pulizia e riparazione, che permette il riutilizzo del bene; c) il riciclaggio, ovvero quella particolare forma di recupero attraverso il trattamento con tecniche appropriate per ottenere altri prodotti o materiali; d) il recupero di altro tipo, come ad esempio avviene con le tecniche di recupero per produrre energia e l’utilizzo del rifiuto pretrattato come combustibile, e, solo in ultimo, e) lo smaltimento, che a sua volta può avvenire, secondo due modalità principali; la prima è costituita dall’incenerimento, la seconda (residuale) dal conferimento a discarica” .

In Calabria bisogna istituire una task force tra associazioni, Procura della Repubblica e i carabinieri forestali, per combattere il fenomeno dei rifiuti smaltiti illegalmente .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *